zia porca fa sesso

Ho scopato quella baldracca di mia zia Eva

Cerchi una ninfomane sposata nella tua zona?

ISCRIVITI GRATIS!

Una mattina indimenticabile.

Era un lunedì mattina quando per la troppa neve la scuola era chiusa, i miei genitori non si fidavano a lasciarmi da solo a casa ed è così che andai da quel pezzo di troia di mia zia Eva. Ero sicuro che quel giorno mi sarei annoiato ma in realtà successe l’esatto opposto, se stai per leggere questa storia siediti e prendi i fazzoletti.

Un caloroso abbraccio

Erano le nove quando quella vacca aprì la porta di casa, la prima cosa che vidi furono due bocce di dimensioni macroscopiche, già dal primo abbraccio sentivo il fuoco tra le mie gambe. Solo dopo aver salutato i miei genitori mi resi conto che quella giornata forse avrebbe potuto prendere una piega del tutto erotica, e dal quel pensiero non mi si ammosciò più. Appena mi sedetti per prendere i libri su cui non avrei mai studiato quella giornata, ecco che la zia mi si avvicinò con una camminata lenta e sinuosa che avvicinandosi all’orecchio mi sussurò: vuoi divertirti o vuoi romperti i coglioni a studiare? Rimasi stupito da quanto la sua voce mi avvolgeva e a momenti mi venivo nelle mutande. Dopo ciò prima di uscire dalla porta si girò e con il dito mi indicò di seguirla.

L’inizio della passione

Non esitai un solo secondo ero così arrapato che in quel momento ero solo capace di cacciarmi il cazzo e di riempirla di sborra sia fuori che dentro. Appena arrivati in camera sempre sussurrando e mentre si sfilava i collant mi disse che doveva rimanere un segreto tra me e lei e che se così fosse anche il giorno seguente sarei potuto ritornare da lei. Annuii senza parlare e appena mi sedetti sul letto eccola che allargo le gambe per mettermisi sopra, mi guardava con una faccia così provocante che già solo a toccarla quasi mi venivo addosso. Mi leccava le orecchie e mi strusciava quelle tette giganti in faccia, dopo essermi riscaldato abbastanza non esitai a mettergli una mano nel perizoma per iniziargli a fare i ditalini e a sfiorare il clitoride. Non erano passati neanche cinque minuti e lei era già li che si tratteneva dal non urlare per quanto ansimava, più si strusciava su di me più io la sditalinavo veloce, dopo poco ecco che gli si arricciarono i piedi sbarrò gli occhi e iniziò a squirtarmi sulla mano come si vede fare nei film porno. Ero incredulo ed in quel momento mi venni nelle mutande per quanto ero arrapato, ma avevo il cazzo ancora in tiro, così tanto che non mi sembrava più il mio. La gettai sul letto e gli aprii le gambe, iniziò a leccare prima i piedi per poi salire ed arrivare alla sua bollente figa bagnata, non si tratteneva tanto da mettersi un cuscino in faccia per non urlare ed ecco che schizzò un’altra volta, questa volta aveva spasmi di vero piacere mentre mi premeva i piedi sulla testa per non farmi smettere di leccargliela. Dopo snumerati orgasmi si alzò e mi disse che ora toccava a me godere come avevo fatto io con lei, mi siforò le palle con la sua calda lingua per poi iniziare a succhiarmi la cappella, si mise il mio cazzo fino alla gola, non riuscivo a credere quanto stava succedendo e poco prima che gli venivo in bocca la rigirai e gli allargai le gambe, mi misi sopra di lei e iniziai a baciarla, avevo il cazzo sempre più in tiro, mentre ero li che gli mettevo il cazzo nella sua figa ecco che mentre gemeva mi sussurrò all’orecchio che l’avrebbe voluto pure in culo e che gli sarei potuto venirle dentro sia avanti che dietro. Dopo un mio sorriso da ebete iniziò quel movimento perpetuo e costante, più gli e lo spingevo dentro più la troia di zia Eva gemeva, era passato ormai un quarto d’ora da quando avevo iniziato a trapanarla tanto che gli versai così tanta sborra nella figa che riusciva come se stesse pisciando, la cosa ancora più eccitante e che venimmo nello stesso istante. Dopo aver finito di scopare rimanemmo metà della mattina al letto a stuzzicarci e a masturbarci, quel giorno tornai a casa con le palle viola e doloranti ma col pensiero che quello fù il giorno più eccitante della mia vita.

Cerchi una ninfomane sposata nella tua zona?

ISCRIVITI GRATIS!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *